Vitamina D e Covid-19, le raccomandazioni degli esperti del G.I.O.S.E.G

Il deficit di vitamina D potrebbe avere un ruolo nella maggiore suscettibilità all’infezione da SARS-CoV-2 e nel rischio più elevato di esiti gravi del COVID-19. Il dato emerge da diverse ricerche anche se non esistono ancora linee guide chiare per

Studio clinico sull’efficacia della VITAMINA D nel trattamento dei pazienti COVID in terapia intensiva

interessante studio clinico randomizzato pilota sull’impiego del calcidiolo detto anche calcifediolo o 25-idrossicolecalciferolocalcidiolo (25(OH)D3), su pazienti affetti da covid-19 ricoverati in terapia intensiva studio completo al link https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0960076020302764 Fonte : The Journal of Steroid Biochemistry and Molecular Biology – Volume